Romania-America Latina : Brasile, prima tappa del giro iniziato dal presidente Klaus Iohannis in America Latina. Seguono Cile e Argentina

0
201

Romania-America Latina – Il presidente della Romania, Klaus Iohannis, ha inziato una visita ufficiale in Brasile, prima tappa del giro in America Latina, che include anche  Cile e Argentina. Le visite mirano al rilancio del dialogo al vertice con questi stati, nonchè alla presentazione della posizione della Romania, come Paese membro dell’UE e della NATO, nei confronti della guerra iniziata dalla Russia contro l’Ucraina. Il capo dello stato ha incontrato, oggi, il suo omologo Luiz Inacio Lula da Silva. La visita in Brasile, il principale partner commerciale della Romania in America Latina, è la prima a livello di presidente degli ultimi 23 anni.

Politica – La Camera dei Deputati di Bucarest ha esaminato la mozione semplice, inoltrata dall’opposizione, contro il ministro dell’Agricoltura, Petre Daea. Daea viene ritenuto responsabile dei fondi europei insufficienti ricevuti per sostenere gli agricoltori romeni aflitti dalle importazioni di cereali a basso prezzo dall’Ucraina. I firmatari della mozione lo accusano anche dell’aumento dei prezzi degli alimenti di prima necessità nonchè di cattiva gestione delle crisi di influenza suina e aviaria. Dal canto suo, il ministro ha affermato che le accuse non si basano su dati reali. Daea ha assicurato che non vi è alcun rischio che gli agricoltori romeni non ottengano i sussidi in tempo.La mozione sarà votata domani.

Deficit -L’Esecutivo di Bucarest sta analizzando le proposte ricevute dai ministeri per la riduzione delle spese dal bilancio. Nelle condizioni del superamento del deficit previsto, il primo ministro Nicolae Ciucă ha sollecitato la riduzione della spesa pubblica. Sono previsti tagli a beni e servizi, viaggi e acquisti. Il capo del governo, ha sottolineato però che non ci saranno riduzioni salariali o degli investimenti. Secondo il ministro delle Finanze, Adrian Câciu, le finanze stanno preparando anche un pacchetto di misure che potrebbe prevedere il divieto di cumularo della pensione con lo stipendio pagate dallo stato oppure il congelamento degli stipendi e delle assunzioni nel settore pubblico. In parallelo dovrebbe milgiorare anche la raccolta delle entrate, ha sottolineato il ministro delle Finanze.

OCDE – La Romania ha ricevuto l’invito da parte dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico a far parte del gruppo di lavoro anticorruzione nonchè ad aderire alla convenzione anticorruzione dell’organizzazione. Il primo ministro romeno Nicolae Ciucă afferma che l’adesione alla convenzione invia un segnale molto forte a livello internazionale per quanto riguarda il rispetto da parte della Romania degli standard e delle migliori pratiche anticorruzione. Di conseguenza, la reputazione delle aziende romene aumenterà, contribuendo alla loro inclusione nelle catene di approvvigionamento globali ed  agevolando l’accesso ad appalti pubblici all’estero.

https://www.rri.ro/it_it/18_04_2023-2681666

Lasă un răspuns